SCOPRI SE HAI VINTO IL CONCORSO MIDAS qui

Vacanze in auto: consigli utili da seguire prima di partire


Se si decide di partire in auto per le vacanze è bene assicurarsi che la propria vettura sia in buone condizioni. L'auto ha bisogno quindi di check up completo: ecco tutti i consigli utili da seguire


Check up Pneumatici


  1. il controllo degli pneumatici è necessario ed importante. Un controllo settimanale o mensile della pressione gomme, non solo è un ottimo alleato della nostra sicurezza, ma ci aiuta a ridurre quelli che sono i costi di carburante. 
  2. Bilanciatura necessaria ogni 20 mila km, in questo modo le gomme durano più a lungo e si consumano in maniera uniforme.
  3. Convergenza, un buon allineamento degli pneumatici, aiuta sicuramente la stabilità della nostra guida                                


Controllo Olio e livelli fluidi motore


     

  1. Il controllo dei livelli olio, acqua , liquido di raffreddamento, sono   

        fondamentali prima di affrontare un viaggio.

      

Anche se hai effettuato il tagliando di recente, prima di mettersi in viaggio, è opportuno fare una verifica dei livelli


Impianto frenante

  

        1. I freni sono sicuramente una delle parti più importanti all’interno della nostra vettura, in quanto sono i principali responsabili della sicurezza  

              sulla strada. L’impianto frenante è soggetto a vari guasti che vanno affrontati il prima possibile, per avere sempre un’auto e soprattutto un impianto frenante in ottime condizioni. 

Gli elementi che compongono l’impianto frenante sono dischi, pastiglie, ganasce, cilindretti, tamburi, tubi flessibili , olio dei freni, pinze, indicatori di usura. 

E’ buona norma controllare periodicamente: lo stato di usura dei dischi, pastiglie e ganasce , eventuali perdite nei cilindretti dell’olio dei freni.

Eventuali malformazioni o perdite dei tubi dei freni.

Controllo di un eventuale blocco delle pinze dei freni 



Impianto Aria condizionata 


  1. Comprendere come funziona l’impianto di aria condizionata auto non è per nulla complesso. L’aria calda presente all’interno dell’abitacolo viene raffreddata nel momento in cui fa ingresso nell’evaporatore, all’interno del quale circola un liquido freddo. Sarà il compressore a mettere in circolazione questo fluido all’interno dell’impianto. Successivamente il liquido refrigerante passa al condensatore dove si liquefà prima di essere inviato in un serbatoio, all’interno del quale vengono trattenute impurità e umidità. Successivamente il liquido viene vaporizzato ed immesso nell’abitacolo per rinfrescare l’ambiente.
  2.  Per il corretto funzionamento dell’aria condizionata auto è fondamentale che il compressore funzioni perfettamente. Questa componente, infatti, ha lo scopo di comprimere il gas refrigerante che viene diffuso nell’abitacolo dell’auto e non deve mai entrare in contatto con liquidi che, essendo incomprimibili, andrebbero a danneggiarlo irrimediabilmente. 


Anche il filtro abitacolo è un elemento importante al fine del buon funzionamento dell’impianto dell’aria condizionata. Quest’ultimo ha il compito di filtrare l’aria prima di raffreddarla e la sua funzione è quella di prevenire la proliferazione di batteri, germi e acari che emanano cattivi odori. Quando si avvertono odori sgradevoli è il segno che il filtro va sostituito, ma prima di procedere a questa operazione si possono anche dei prodotti specifici che hanno il compito sia di eliminare i cattivi odori che di pulire i vari elementi del circuito dell’impianto aria condizionata auto.


Revisione 



  1.  La revisione ministeriale auto ha scadenze diverse. Chi acquista un’auto nuova da un concessionario sarà obbligato ad effettuare la revisione dopo quattro anni dalla prima immatricolazione, mentre successivamente a questo periodo la revisione auto dovrà essere effettuata ad intervalli di due anni. Se si acquista una vettura usata, invece, la revisione dovrà sempre essere effettuata ogni due anni. 
  2.  Differente la situazione per la revisione auto a metano. Per queste vetture il controllo è da effettuare ogni 4 o 5 anni tenendo sempre conto dell’immatricolazione del veicolo e in particolare dell’ultima revisione effettuata. Se le bombole presenti sono omologate secondo la norma europea (R110 ECE/ONU) si devono calcolare 4 anni dalla prima immatricolazione o dall’installazione dell’impianto; se le bombole sono omologate secondo la norma europea (R110 ECE/ONU) di tipo IV, si devono calcolare 4 anni dalla prima immatricolazione o dall’installazione dell’impianto e successivamente dovrà essere effettuata la revisione auto ogni 2 anni; se, infine, le bombole sono omologate secondo la normativa nazionale (DGM) si devono calcolare 5 anni dalla prima immatricolazione o dall’installazione dell’impianto. 


Impianto Elettrico / Luci 


  1. In particolare, le luci dell'auto obbligatorie su ogni veicolo sono gli abbaglianti, le luci di posizione, gli anabbaglianti, le luci di arresto, della targa, di direzione, di emergenza, di retromarcia, fendinebbia




SERVIZI MIDAS:

Gli esperti della rete Midas sono a disposizione per offrirti un check up completo e gratuito con o senza appuntamento dal lunedì al sabato, anche ad agosto.